menu

Nuovo provvedimento ENAC: niente sovrapprezzo sul posto in aereo per bambini e persone disabili

Novità per chi viaggia: dal 16 luglio 2021 le compagnie aeree devono garantire a minori e persone con mobilità ridotta un posto gratis accanto a chi li accompagna. Lo ha stabilito l’ENAC (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile) in seguito a una verifica sui vettori che addebitano tariffe extra per la scelta dei sedili sui propri voli.

 

Il provvedimento in breve

 

Il provvedimento dell’ENAC conferma i principi di centralità dei passeggeri e dei loro diritti, già tutelati dal decreto istitutivo dell’ente (numero 250 del 1997) e dalle normativa comunitaria a tutela dei minori e delle persone fragili. Alla base della decisione ci sono anche ragioni di qualità e sicurezza del volo: in caso di emergenza, infatti, bambini e persone disabili o con patologie potrebbero non essere in grado di camminare o spostarsi senza aiuto.

Ecco una sintesi di quanto è stato deciso.

 

Per i bimbi, posti gratis accanto ai genitori

Tutte le compagnie aeree operanti in Italia devono garantire ai bambini tra i 2 e i 12 anni l’assegnazione di posti vicini ai genitori o a chi li accompagna, senza costi extra. Quando non è possibile avere i posti affiancati, i minori devono stare almeno nella stessa fila, oppure a non più di una fila di distanza dalle persone che li accompagnano.

 

Le persone con mobilità ridotta viaggiano gratis accanto a chi le assiste

Stesse garanzie per chi non può muoversi in autonomia. Le compagnie aeree devono assicurare alle persone a mobilità ridotta (PRM) un posto accanto a chi presta loro assistenza (o almeno il più vicino possibile), senza applicare tariffe aggiuntive. 

 

Il sovrapprezzo sarà rimborsato

Dalla data di entrata in vigore del provvedimento (che, lo ricordiamo, è il 16 luglio 2021) è possibile chiedere il rimborso delle somme pagate alle compagnie aeree per l’assegnazione di posti contigui. Le somme sono rimborsabili anche se il volo è stato già effettuato.

 

Le compagnie aeree hanno dieci giorni per adeguarsi

Il provvedimento diventa esecutivo dopo il decimo giorno dalla pubblicazione sul sito dell’ENAC. In questo breve lasso di tempo, le compagnie aeree devono adeguare i propri sistemi di prenotazione e assegnazione dei posti, anche online.

 

Multe salate per chi non rispetta il provvedimento

Alle compagnie che non si adeguano alle disposizioni del provvedimento, l’ENAC può applicare sanzioni tra 10.000 e 50.000 euro.