menu

Liquidi nel bagaglio a mano: quali sono le regole?

Se viaggio in aereo, posso portare liquidi nel bagaglio a mano? 

La risposta è: dipende

A chiarire le regole sul trasporto e il controllo dei liquidi in cabina entro i confini dell’Unione europea (incluse Norvegia, Islanda e Svizzera) interviene il Regolamento (UE) 246/2013. 

Proviamo a sciogliere i dubbi più frequenti.

 

Il 31 gennaio 2014 sono entrate in vigore le nuove norme sui liquidi nel bagaglio a mano: cos’è rimasto invariato? 

Per i passeggeri è sempre possibile portare liquidi nel bagaglio a mano (anche aerosol e gel – LAG) in singoli contenitori con una capacità massima di 100 ml ciascuno o equivalenti (ad esempio 100 grammi). La quantità massima di liquido trasportabile a bordo è di 1 litro.

Questi liquidi dovranno essere inseriti in una busta, un sacchetto o una borsa di plastica trasparente con le seguenti caratteristiche:

> contenuto visibile e facilmente ispezionabile senza bisogno di aprire

> chiusura con un sistema sigillante, come una zip o dei bottoni a pressione

> capacità non superiore ad un litro (ovvero con una dimensione di circa 18 x 20 cm.).

Fanno eccezione le sostanze da utilizzare durante il viaggio per scopi medici o regimi dietetici speciali: queste possono essere trasportate a bordo anche senza busta/sacchetto/borsa, ma devono comunque rispettare i suddetti limiti di capacità (non più di 100 ml. per contenitore, per un massimo di 1 litro in totale).

Tutti i liquidi devono essere presentati ai controlli separatamente, fuori dal bagaglio.

 

Esistono delle restrizioni sul trasporto di medicinali solidi a bordo? 

No; compresse, capsule e simili possono essere trasportati in cabina senza problemi. Al passeggero potrebbe essere richiesta una prova di autenticità dei prodotti.

 

Ho acquistato un prodotto liquido, ad esempio una bottiglia di vino, presso un bar dell’aeroporto situato prima dei controlli di sicurezza: posso trasportarlo come bagaglio a mano? 

No, a meno che il prodotto non rispetti i limiti di capacità descritti sopra. Nel caso di una bottiglia di vino da un litro, il limite non è rispettato perché il singolo contenitore supera i 100 ml.; la bottiglia dovrà dunque essere imbarcata nel bagaglio da stiva. 

 

E se invece acquisto il prodotto presso un negozio che si trova dentro l’area sterile di un aeroporto, dopo i controlli? Posso portarlo nel bagaglio a mano, in questo caso? 

Sì, a patto che:

> il prodotto sia sigillato in un sacchetto di sicurezza (STEB)

> la prova d’acquisto (generalmente lo scontrino) sia ben in vista all’interno del sacchetto di sicurezza

> nello scontrino sia indicato l’aeroporto presso il quale l’articolo è stato acquistato

> il sacchetto di sicurezza venga presentato ai controlli integro e non venga aperto fino all’arrivo a destinazione.

 

La regola vale anche per gli acquisti effettuati in aeroporti extra-UE.

 

Ti interessa il tema dei diritti dei viaggiatori?

Leggi gli altri articoli della rubrica #IOVIAGGIOGIUSTO:

> Cancellazione hotel: regole su rimborsi e penali

> Rimborso per viaggio annullato: ecco quando ti spetta