menu

Giochi, scommesse e tutela dei consumatori: cosa c’è da sapere

 

Con la crisi economica, sempre più consumatori puntano su scommesse e giochi autorizzati nella speranza di coronare un sogno o, nei casi peggiori, di sanare una situazione economica precaria.

 

Proprio perché chi gioca per bisogno è particolarmente vulnerabile, è legittimo chiedersi se e fino a che punto vengono applicate le tutele previste Codice del Consumo.

 

Quali garanzie per i giocatori?

 

Per la Corte di Giustizia, il gioco autorizzato deve sottostare alle stesse regole previste per i contratti conclusi dai consumatori. Questo perché il giocatore, quando versa una posta, sta di fatto aderendo automaticamente condizioni di un contratto.

 

Condizioni che, spesso, vengono “subite”: per esempio, al momento dell’acquisto di un biglietto si suppone che il regolamento del gioco sia noto e accettato, ma nella realtà dei fatti questo non si verifica quasi mai.

 

Visto che il contenuto del gioco rimane solitamente ignoto al giocatore, e che spesso è difficile o addirittura impossibile prendere adeguata visione del regolamento-contratto di gioco, la Corte di Cassazione ha stabilito che “ la materia va consequenzialmente ricondotta alla tutela del consumatore che deve assistere anche il giocatore: va quindi applicato il relativo foro inderogabile.”

 

Facci sapere se possiamo esserti d’aiuto.

 

Il nostro studio legale è specializzato nella tutela dei consumatori.

Se pensi che i tuoi diritti siano stati violati e hai bisogno di assistenza legale, contattaci.